Sangiorgese Basket

Serie B

Draghi: sesto posto da record

23 aprile 2019

Con il successo ottenuto contro Domodossola i draghi hanno chiuso al sesto posso in classifica la loro regular season, incorniciando una stagione da record e centrando diversi obbiettivi di prestigio tra i quali la qualificazione ai playoff, che domenica li vedrà protagonisti in gara 1 a Cesena ed il premio per la squadra che ha dato più spazio e minutaggio ai giovani, che ancora una volta ha visto la società del presidente Ponzelletti primeggiare su tutte. Quella di sabato non è stata una partita semplice. Domodossola si è dimostrata un avversario molto ostico che con determinazione ha voluto onorare uno sfortunato campionato seppur già matematicamente retrocessa. Nonostante qualche calo di attenzione e concentrazione, la squadra di coach Quilici ha controllato per lunghi tratti il match conquistando meritatamente la vittoria. 

Ltc Sangiorgese Basket - Vinavil Cipir Domodossola 76-67 (18-16, 21-14, 14-20, 23-17)

In casa blu arancio vanno sottolineate le prove di Bocconcelli 15 punti per lui che da diverse partite ha ritrovato il feeling con il canestro ed é stato autore di un 'ottima partita sia in fase offensiva che difensiva, come Di Ianni per lui 14 punti, che con le sue schiacciate ha fatto tremare più volte il canestro dei piemontesi. In generale al di là di alcune disattenzioni é stata una buona prova di squadra dove c' è stato spazio anche per i più giovani. Minuti importanti e preziosi in vista della gara di Cesena, dove servirà sicuramente una prestazione differente che coach Quilici sta già preparando al meglio per far arrivare i suoi ragazzi pronti e concentrati. 

Il presidente Carlo Ponzelletti:
"C'é grande soddisfazione, la partita di oggi non aveva un grande significato anche perché non c'erano in palio grosse cose, né da parte nostra, né da parte loro. Sicuramente un risultato importante che ci gratifica molto. Abbiamo vinto nuovamente per l'ennesimo anno il "premio giovani", quindi un obiettivo raggiunto e la dimostrazione che ancora una volta a San Giorgio i giovani vengono per fare i protagonisti e quest anno direi che lo hanno fatto in maniera egregia.  Il bello viene adesso, i ragazzi dovranno essere bravi a convogliare tutte le loro aspettative, ottimizzando i momenti belli e limando quelli più di confusione. Tutto ora é un regalo per il loro lavoro ed il loro impegno e mi auguro che sfruttino al meglio le loro potenzialità".

Il coach Daniele Quilici:
"È stata una partita combattuta, Domodossola aveva voglia di dimostrare che purtroppo la loro stagione è stata sfortunata, ma che avrebbero lottato fino in fondo. Tutto sommato anche se ci sono stati degli alti e bassi é stata una partita che abbiamo controllato nel punteggio e nei modi. Chiaramente ci sono stati errori di concentrazione e di attenzione, probabilmente dovuti al fatto che tanto magari poi pensi di vincerla in qualche modo e così é stato. Non potremo permettercelo tra sette giorni qualunque sia l'avversario, ma sono convinto che questo gruppo si farà trovare pronto per lo meno sotto l'aspetto emotivo per giocarsi una partita importante come gara 1 di playoff. Sulla stagione eravamo partiti per salvarci e abbiamo raggiunto i playoff con 5 giornate di anticipo. Siamo arrivati sesti con il record di punti, anche se i record lasciano il tempo che trovano. Abbiamo vinto tante scommesse e ci sono tanti aspetti che sono stati positivi in questa stagione e quella del risultato probabilmente è quello meno importante, perché quello che abbiamo fatto è stato di rafforzare quello che é la "mission" della società, cioé far giocare gente giovane, provare ad allenarla e a migliorarla. Nessuno dei ragazzi che ha cominciato, nemmeno i più vecchi sono gli stessi giocatori che hanno iniziato il campionato. Sono tutti migliorati sia negli aspetti fisici, tecnici e tattici e questa é la vittoria più grande. A questo punto abbiamo la sgombra, siamo sereni e tranquilli. Non abbiamo niente da perdere e questo può essere uno stimolo per fare un passo in più e per osare qualcosa di più, perché in fondo ora é il momento in cui tutte le cose buone che sono state fatte nella stagione é difficile che si riescano a migliorare ulteriormente. Per elevare l'intensità del gioco per elevare la qualità delle cose fatte fino adesso, probabilmente il passettino è crederci ancora di più, dare dimostrazione di coesione come anche oggi ad un certo punto, in un momento di difficoltà con Domodossola davanti, siamo riusciti a chiudergli la via del canestro e siamo stati bravi a girarla. Spalmare le energie su 40 minuti in campionato é un conto, aggiungerne se ne abbiamo ancora, non ci costa niente e in questa ottica non abbiamo niente da perdere."

M.Lini

Tabellino gara

Intervista Davide Roncari - pre gara

Intervista Daniele Quilici - fine gara

Ufficio Stampa Sangiorgese Basket


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.