Sangiorgese Basket

Serie B

  • Home
  • /
  • Serie B
  • /
  • Drago Intervista - Davide "Dado" Roncari

Drago Intervista - Davide "Dado" Roncari

02 agosto 2016

Direttamente dalle sue vacanze al mare, ecco la chiaccherata che abbiamo fatto con Davide Roncari, assistant coach della prima squadra e capo allenatore della nostra U18.

Ciao Davide, quest´anno le tue responsabilità con la prima squadra saranno ancora maggiori. Qual´è il tuo stato d´animo dopo le difficoltà riscontrate durante l´ultima stagione?

Quella passata è stata una stagione strana, particolare. Siamo partiti bene poi l´infortunio del Capitano ci ha tolto un po´ di convinzioni e di certezze. Dal rientro in campo del Benzo anche il morale e l´atteggiamento di tutti è cambiato in positivo e siamo riusciti a conquistarci la salvezza sul campo. Si ripartirà da qui, da quella partita (gara 3 di playout con Pavia), da un palazzetto pieno dei nostri piccoli draghi e da una voglia fortissima di dimostrare il nostro valore.

Io sono carichissimo, contento della fiducia che mi è stata riposta da presidente e società e non vedo l´ora di mettermi al lavoro.

Parlaci della nuova squadra, cosa ci dobbiamo aspettare?

Abbiamo allestito una squadra abbastanza atipica, senza un vero e proprio play ma con tanti esterni che possono ricoprire più ruoli. 
Le nostri arme dovranno principalmente passare da una difesa tosta per poi ripartire velocemente in contropiede,
ci sono tanti giocatori con punti nelle mani e questo ci rende abbastanza imprevedibili. 
Il nucleo forte c´è e si farà sentire, son ben 7 i reduci della passata stagione eppoi c´è il graditissimo ritorno di Simone Tomasini. Inoltre sono certo che anche Tommei e Cuccarese ci daranno una grande mano.
Ci sarà da divertirsi.

Parlaci di Tommei e Cuccarese. Che tipologia di giocatori sono?

Andrea Tommei è un play guardia che avevamo già incontrato due anni fa a Monsummano, molto bravo nel cercare soluzioni dal palleggio e anche nel tiro pesante, può giocare indifferentemente due ruoli, e insieme a Tomasini possono darci quella spinta in più in campo aperto.
Cuccarese è un giovane,anche lui già affrontato da avversario quando giocava a Bottegone. Può ricoprire sia il ruolo di ala piccola che di ala grande, ottimo atleta, ragazzo super che dopo una stagione travagliata è pronto al riscatto e sono sicuro che il suo contributo sarà importantissimo.

Oltre alla serie B sarai a capo anche del gruppo U18 Sangio. Impegni diversi parlaci delle differenze.

Si ho accettato il ruolo di capo allenatore U18 perché è un gruppo che mi piace molto, formato da ragazzi davvero in gamba, lavoratori incredibili e soprattutto amici. 
Sarà un anno tosto, sotto età per noi, ma la paura è zero, perché conosco le capacità e la passione che hanno questi ragazzi e sono certo che faremo una grande stagione.

Quali obiettivi personali ti sei posto per l´annata in entrata?

Nessun obbiettivo particolare se non quello di migliorare migliorare e ancora migliorare attraverso
il lavoro duro in palestra ma semprel´entusiasmo che mi spinge a fare questo lavoro. D´altronde è questa l´unica ricetta possibile per il successo.

Grazie Davide, che il Drago sia con te!


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.