Sangiorgese Basket

Serie B

  • Home
  • /
  • Serie B
  • /
  • Due liberi a tempo scaduto condannano una grande Sangio

Due liberi a tempo scaduto condannano una grande Sangio

26 novembre 2018

Credit Agricole San Miniato - Ltc Sangiorgese 72-70 (22-19, 10-20, 23-14, 17-17)

Una Sangio combattiva cede a tempo scaduto dopo una prova di carattere ed una partita ben giocata. Purtroppo qualche passaggio a vuoto ad inizio di quarto, soprattutto nel terzo,ha messo la squadra di coach Quilici nella condizione di dover spesso inseguire e ricucire parziali importanti. Nonostante le difficoltà del campo ed una squadra davvero forte con Preti e Mazzucchelli su tutti, i blu arancio hanno giocato una partita alla pari fino alla fine. Bene tutti a partire da Scali 18 punti e 13 rimbalzi, Rota 15 punti e Cozzoli 11. Bella prova anche di Ianni bravo in alcuni momenti critici del match. Colombo e Toso hanno sempre lottato mettendo peso sul parquet e Roveda e Bocconcelli si sono sempre fatti trovare pronti. 

Nel primo quarto I toscani partono subito forte ed i Draghi rispondono prontamente con Toso, Scali e Rota. San Miniato non si fa intimorire ed entra subito in ritmo con Preti e Mazzucchelli provando ad allungare. Cozzoli con una tripla riporta prontamente i blu arancio in scia. I toscani provano nuovamente ad allungare nel finale con Nasello e Mazzucchelli, ma la squadra di coach Quilici replica con Parlato e Scali. Magini a 1'30" dalla sirena porta sul +6 i padroni di casa, ma Colombo con un libero realizzato e Bocconcelli con un canestro da due accorciano sul 22 - 19, con il quale si chiude il quarto. 

Nel secondo quarto i draghi spingono sul acceleratore e con Colombo e e le triple di Parlato e Rota ribaltono il risultato volando sul +7 23-30. Preti da da tre prova a tenere in scia San Miniato, ma i canestri di Rota e Cozzoli portano i blu arancio sul +9  a 5' dal riposo lungo. I toscani ricuciscono con Preti e Neri ma Di Ianni da due manda tutti negli spogliatoi sul 32-39. 

Ad inizio di terzo quarto San Miniato è incontenibile e con Preti, Mazzucchelli e Benites trova un parziale di 14-0 che porta i padroni di casa sul 46-39. La Sangio non si disunisce e con Colombo, Rota, Roveda e la tripla di Scali si riporta sul 49-49. Il finale si gioca punto a punto. I toscani ci provano con Neri ed i liberi di Mazzucchelli, ma i blu arancio rimangono agganciati con Scali. Il periodo si chiude sul 55-53. 

Nell'ultimo quarto San Miniato prova nuovamente ad andar via con un break di 8-0. I blu arancio provano a ritornare sotto con Scali, Colombo e la tripla di Cozzoli per il 63-59. Preti e Neri provano a dare la spallata giusta per decidere il match, ma i Draghi con cinque punti consecutivi di Di Ianni e la tripla di Rota rientrano sul 70-69 ad un minuto dalla fine. Gli ultimi 60 secondi sono da cardio palmo e a 14" secondi dalla sirena viene fischiato un fallo a favore della Sangio. In lunetta Scali segna il primo che vale il pareggio sul 70-70, ma sbaglia il secondo. Ultimo possesso in mano a San Miniato che a tempo scaduto trova un fallo dubbio che regala a Mazzucchelli i liberi decisivi. Il giocatore ex Firenze non sbaglia realizzando entrambi i liberi per il 72-70 a favore di San Miniato. 

Il coach Daniele Quilici: "Abbiamo giocato una buona partita su un campo difficile. Siamo stati bravi a rimanerci dentro sia nei vantaggi che negli svantaggi, perché il break che abbiamo subito nel terzo quarto è stato importante. Ci hanno messo in grossa difficoltà, ma siamo stati pronti più volte a ritornare sotto fino all'ultimo possesso. Se togliamo i primi tre minuti del primo, del terzo e del quarto quarto dove abbiamo preso, punto meno, punto più, circa 30 punti a 0 di parziale, con un po' più di attenzione in questi momenti avremmo potuto portare a casa la partita. Dovevamo essere più attenti perché loro sono stati bravi ad entrare subito in partita e in ritmo mentre noi siamo venuti fuori nei vari parziali. Il dispiacere grosso è questo, perché con un passettino in più, forse avremmo potuto conseguire un grande risultato, su un campo dove vinceranno in pochi e perdere sul filo di lana con due liberi a tempo scaduto é un grande rammarico. "

Il vice coach Davide Roncari: "Campo difficile sul quale siamo state bravi a giocarcela fino alla fine, perché comunque anche tutte le altre squadre che sono venute qui a giocare, non sono riuscite a giocare alla pari come noi. Il rammarico più grande é stato partire ogni quarto ad handicap, concedendo sempre parziali importanti e stare sempre ad inseguire su questo campo non è semplice. Siamo stati bravi a ricucire ogni volta arrivando ad un finale concitato che solo due liberi a tempo scaduto, su un fallo dubbio, ci ha negato un risultato positivo. Anche questa partita ci servirà da insegnamento, perché dobbiamo capire che non possiamo partire ad ogni quarto in questo modo, anche se poi abbiamo la capacità, il talento e la tenacia per recuperare. Dobbiamo imparare ad essere più concentrati soprattutto fuori casa, a maggior ragione in Toscana perché nessuno ci regala niente ripartendo dalla voglia che siamo riusciti a dimostrare in ogni recupero. "

M. Lini

Tabellino gara

Ufficio Stampa Sangiorgese Basket


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.