Sangiorgese Basket

Serie B

  • Home
  • /
  • Serie B
  • /
  • Tutti al PalaBertelli per spingere i draghi contro Padova

Tutti al PalaBertelli per spingere i draghi contro Padova

30 ottobre 2019

Sfida complicatissima sarà quella che i ragazzi di coach Quilici dovranno affrontare domenica sera al Pala Bertelli contro Padova. I veneti arriveranno forti del primato in classifica, maturato con un percorso netto, frutto di sei vittorie consecutive, costruite grazie ad una difesa solidissima e ad un roster di qualità. La squadra di coach Daniele Rubini porta in dote gli scalpi prestigiosi di Vigevano, Pavia e la sorprendente Lecco. Dopo questo avvio convincente si candida con forza tra le favorite del girone, potendo contare sull'esperienza, il talento, il dinamismo e la solidità di molti suoi giocatori. Il roster ha visto la riconferma di quattro senior, il capitano Federico Schiavon, i registi Francesco De Nicolao e Andrea Piazza punti imprescindibili per coach Rubini. Insieme a loro il veterano ed esperto Michele Ferrari, ala, classe 1996, giocatore di mestiere, dai grandi fondamentali, ottimo difensore conosciuto come "swing man" per il sapiente utilizzo del piede perno. Tutta nuova la coppia dei centri, con l'ex Fiorentina Corrado Bianconi e il fisicatissimo Ivan Morgillo. Entrambi sono giocatori di grande personalità e ottima tecnica. Come tre c'è un altro volto nuovo, Andrea D'Agnello proveniente da Cesena, classe 1991, é un giocatore dalle grandi doti fisiche, grande agonista e ottimo difensore, può colpire dalla lunga lunga distanza o in penetrazione in contropiede. Per i blu arancio servirà la partita perfetta, da affrontare con la giusta intensità agonistica, una grande carica emotiva e solidità collettiva. Tutti dovranno fare la loro parte, assumendosi le proprie responsabilità con coraggio e serenità. Servirà ordine e continuità di rendimento, perchè i Draghi fino ad ora hanno alternato momenti di grande basket ad altri invece dove hanno smarrito a tratti la lucidità. Sono una squadra in crescita e anche contro i veneti dovranno continuare questo percorso, cercando di ottenere un grande risultato. Anche il Pala Bertelli sarà chiamato a fare la sua parte incitando e sostenendo i propri beniamini ed accompagnarli per tutta la partita.  Sentiamo che ne pensa il vice coach Davide Roncari. 

Come stanno i ragazzi e che aria si respira all'interno dello spogliatoio?
"I ragazzi stanno bene, qualche piccolo acciacco post partita che ci può stare ma tutto sotto controllo. Ovviamente non siamo contenti di come è finita domenica la partita, ma l' atteggiamento dei ragazzi è quello di una squadra che vuole lavorare e crescere sempre."

Che cosa vi siete detti dopo la partita di Pavia?
"Ci siamo confrontati come al solito . È un lavoro che si fa sempre, vittoria o sconfitta, per crescere e migliorare. Domenica abbiamo fatto tante cose positive ma altrettante meno bene, queste ultime sono quelle su cui ci si concentrerà tutti insieme." 

Padova ha un roster di qualità, con giocatori di grande personalità che sanno essere a turno decisivi. Che partita vi aspettate e quali saranno i loro terminali più pericolosi?
" Ci aspettiamo una partita difficile, loro sono primi a punteggio pieno e stanno giocando una bella pallacanestro. Come hai detto tu, tutti possono essere protagonisti in ogni partita, ma molto dei loro risultati passa dalla loro difesa. Sono ben organizzati e giocano con intensità. Tanto del loro gioco porta la firma dei due play Piazza e De Nicolao che sono bravissimi a gestire i possessi e mettere tutti in ritmo senza comunque negare loro apporto sotto forma di punti. Insieme a loro i lunghi Ferrari, Bianconi e Morgillo sono fondamentali, possono giocare vicino al ferro o aprire il campo per penetrazioni esterne, insomma un bel mix."

- I veneti si presenteranno al Pala Bertelli da primi della classe, imbattuti e con la miglior difesa del campionato. Come andranno affrontati? 
" Come ho detto prima, il loro sistema difensivo è una loro arma importante. Vedendo le loro partite si nota come prendano energia e come tengano tanto a questo aspetto.
Noi dovremo essere bravi a coinvolgerci, a giocare a viso aperto, senza paure e prendendoci le nostre responsabilità. Dovremo essere pronti a prenderci un tiro senza tentennare, una penetrazione dura fino al ferro, insomma giocare con durezza e sfrontati.
Accendere il nostro pubblico sarà fondamentale, perché il calore dei nostri tifosi ci ha sempre spinto a fare un passo avanti, quindi vogliamo un Pala Bertelli pieno e pronto ad essere il nostro sesto uomo in campo."

M. Lini


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.