Sangiorgese Basket

Serie B

Draghi pronti alla lotta

24 novembre 2018

Trasferta molta insidiosa quella che la Sangio dovrà affrontare domenica sera a San Miniato. I toscani con 6 vittorie e 2 sconfitte occupano la terza piazza solitaria e finora sono stati protagonisti di un inizio stagione davvero convincente. Non a caso le uniche due sconfitte sono arrivate con Omegna e Firenze che guardano tutti dall 'alto del primo posto. Ad Omegna hanno ceduto dopo un over time, mentre con Firenze dopo una partita combattutissima. La squadra di coach Barsotti é un gruppo di carattere, che non molla mai che riesce a mettere sul parquet un alto livello di agonismo e di lotta, grazie ad un' intensa difesa ed ad un ardore senza pari. La dimostrazione è arrivata anche dall 'ultimo turno di campionato con la vittoria ad Empoli, dopo una grande rimonta. I toscani in questa nuova stagione si sono presentati con un roster rinnovato. Ai confermati Nasello, Capozio e Benites si sono aggiunti i nuovi arrivi di Mazzucchelli, Lasagni, Magini, Preti, Morciano, Trentin e Apuzzo. Un gruppo giovane e di grandi qualità atletiche è tecniche che ha una gran voglia di emergere e di affermarsi ad alti livelli. Squadra che finora si sta dimostrando all' altezza delle aspettative grazie ad un collettivo coeso e generoso. Sicuramente per i Draghi sarà un match difficile nel quale la concentrazione, l'ordine, l'attenzione e l'intensità dovranno essere massimali per giocare contro un avversario che non concederà nulla. Tra le file toscane sicuramente tra i protagonisti ci saranno Ferdinando Nasello (ala /centro classe 1995) grande lottatore che sa mettersi al servizio della squadra. La scorsa stagione ha chiuso con 10.2 punti di media a partita, ed è stato il miglior giocatore della B nazionale per percentuale realizzativa da due con il 63,4%. Insieme a lui Andrea Mazzucchelli (play /guardia classe 1994) arrivato da Firenze, é un giocatore tecnico di grande versatilità e qualità, capace nell'ultima stagione di disputare un campionato di altissimo livello con 9 punti di media a partita in 22 minuti, con il 55% da due e il 40% da tre. Da segnalare anche Alberto Benites (play classe 1997) riconfermato per la terza stagione. L' anno scorso  ha disputato una buon campionato , dove ha confermato le sue doti di combattente e le sue qualità tecniche, soprattutto nel tiro dall 'arco dove spesso é micidiale. I Draghi dovranno mettercela tutta in una sfida che si prevede molto accesa.

Sentiamo che cosa ne pensa il vice coach Davide Roncari. 

Quale è il livello di preparazione del gruppo rispetto al difficile incontro che dovrete affrontare domenica a San Miniato e come stanno i ragazzi a energie mentali e fisiche ?
" Domenica ci aspetta una partita tosta, su un campo molto difficile.  Ci stiamo preparando il meglio possibile, studiando le loro caratteristiche principali per essere pronti alla battaglia. Fisicamente stiamo bene, e qui dobbiamo ringraziare il nostro staff atletico che svolge sempre un lavoro eccellente. 
Mentalmente molto bene, la vittoria è stata importante, perché dopo le tre sconfitte precedenti siamo ancora più motivati e pronti per giocarcela su un campo davvero ostico, forse il più difficile del campionato. "

San Miniato finora ha dimostrato di essere una squadra coesa e combattiva che non molla mai. Che tipo di squadra troverete e quali saranno i suoi giocatori chiave?

"Non è una novità che San Miniato sia una squadra che non molla mai. Li conosciamo bene. Sappiamo che lottano sempre fino alla fine, non arrendendosi mai. Troveremo una squadra ben preparata, che sa quali sono i punti forti e che non ci regalerà nulla. Se devo pensare a due nomi penso a Mazzucchelli (play che l'anno scorso era a Firenze) e a Nasello (un interno che è una conferma loro). La loro chiave è il gruppo, ogni partita possono trovare un interprete diverso."

Con quale atteggiamento bisognerà scendere in campo e quale dovrà essere il nostro approccio?

"Dovremo essere più concentrati del solito, perché loro cambiando su tutti i blocchi con grande intensità ti portano a snaturare il tuo gioco e pian piano se non sei forte di testa ti logorano costringendoti a fare brutte scelte e a perdere di vista il piano partita.
Sarà una bella sfida per noi perché dovremo cercare di stare sul pezzo per 40 minuti contro un avversario davvero tosto.  Se vogliamo fare sempre un passo in avanti per crescere, dobbiamo però passare anche da queste sfide, e sono sicuro che saremo pronti e non ci tireremo indietro, lottando fino alla fine per poi vedere il risultato del nostro lavoro. "

M. Lini

Ufficio Stampa Sangiorgese Basket


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.