Sangiorgese Basket

Serie B

  • Home
  • /
  • Serie B
  • /
  • El "Matador" ed il "Clochard" guidano la pazza banda blu arancio al successo

El "Matador" ed il "Clochard" guidano la pazza banda blu arancio al successo

11 marzo 2019

Una Sangio generosa e coraggiosa dopo un over time é riuscita in volata ad avere la meglio contro una fortissima San Miniato. I toscani dopo un ottimo primo tempo, giocato a ritmi vertiginosi dove hanno fatto valere tutta la loro fisicità e la loro bravura tecnica, trascinati da un incontenibile Preti, hanno però nel secondo tempo subito il ritorno dei ragazzi di coach Quilici, che guidati da un immenso Parlato per lui 22 punti e giocate di categoria superiore e da uno strepitoso Cozzoli, combattivo in difesa dove ha chiuso spazi e recuperato palle decisive e letale in attacco dove con freddezza ha segnato punti determinati, hanno indicato la strada ai giovani Draghi per raggiungere una vittoria importantissima. Rota ancora una volta ha confermato il suo talento e la sua classe lasciando la sua firma sul match con i suoi 18 punti a referto. Bene anche Roveda spina nel fianco nella difesa toscana. Di Ianni e Bocconcelli ormai sono una realtà e lo hanno confermato con un'ottima prestazione. Sono molto maturati nell 'arco della stagione e acquisendo fiducia di partita in partita, ora giocano con grande personalità. Di sostanza e di intelligenza tattica le prove di Toso e Colombo sempre pronti a sfruttare al meglio i minuti di gioco con grande spirito di sacrificio. 

Ltc Sangiorgese Basket - Credit Agricole Blukart San Miniato  85-83 (14-21, 15-19, 28-17, 19-19, 9-7)

In avvio di primo quarto San Miniato é subito arrembante e fa valere tutta la sua fisicità con Trentin e Preti. I Draghi provano a rispondere con Bocconcelli, Rota, Toso ed i liberi di Colombo. I toscani pressano a tutto campo e i blu arancio perdono qualche palla di troppo permettendo agli avversari in finale di periodo di allungare con Mazzucchelli fino al +7 14-21.

Nel secondo quarto la Sangio prova a reagire con le triple di Rota e Parlato, ma i toscani con Preti, Capozio e Neri concretizzano al meglio i loro possessi andando al riposo lungo avanti di 11 punti 29-40.

Nel terzo quarto i blu arancio alzano l'intensità in difesa e San Miniato non riesce più a trovare la via del canestro e con le triple di Parlato, Cozzoli, Di Ianni e Bocconcelli si riportano in scia dei toscani che riescono solo a limitare i danni con Apuzzo e Mazzucchelli. Il periodo si chiude in perfetta parità sul 57 - 57.

Nell 'ultimo periodo i ritmi rimangono alti da entrambe le parti. I Draghi con Parlato e Rota provano a chiudere la partita fino al +6 a 3' dalla sirena, ma l 'Etruria non molla e con Preti impatta fino al 76-76.

Si va all' over time con Cozzoli e Bocconcelli che provano subito ad allungare, ma San Miniato ritorna sotto con Trentin e Neri. La partita è frenetica ed un fallo più un tecnico fischiato ai danni di Benites permette a Rota di segnare i liberi che danno la vittoria ai Draghi 85-83.

Il presidente Carlo Ponzelletti:
"E' una vittoria importante contro una squadra forte, ben allenata, che gioca bene e con grande ritmo e che sa sempre esprimersi ad altissimi livelli. Dovevamo fare una partita attenta e nonostante qualche sbavatura di troppo nel primo tempo, siamo stati bravi poi nella seconda parte di gara a riprenderla. Cozzoli sicuramente ha disputato la miglior partita della stagione sia in difesa che in attacco. Abbiamo dimostrato di essere all' altezza delle prime della classe. Adesso dobbiamo eliminare qualche particolare che ci fa ancora soffrire. In classifica abbiamo 30 punti. È una quota molto importante da difendere. Non dobbiamo fermarci, abbiamo le nostre carte da giocarci sia in casa che in trasferta e sono fiducioso."

Il Coach Daniele Quilici:
"Prima di tutto faccio i complimenti ai ragazzi che se lo meritano. Indipendentemente dallo scarto sul tabellone, i primi due quarti non li abbiamo giocati bene, per ritmo, per atteggiamento, per come abbiamo difeso e questo contro una squadra come San Miniato non te lo puoi permettere. A loro mancava Nasello e a noi Fioravanti e da questo punto di vista le assenze si sono pareggiate, ma davanti a una squadra che fa dell ' energia, della fisicità, della difesa agonistica le sue doti migliori, non possiamo giocare senza riuscire a smarcarci al 100 % delle nostre forze. Ci abbiamo messo due quarti a capirlo. Quando lo abbiamo capito la partita è cambiata e le forze si sono equivalse come all' andata dove l' incontro ebbe lo stesso trand. Sono due squadre che si equivalgono. Noi probabilmente giochiamo una pallacanestro un pochino più pulita, loro un po' più arrembante. Era fondamentale per portarla via, riuscire a pareggiare la loro energia e questo é stato quello che ci ha permesso di rientrare. Siamo stati bravi quando c'è stato bisogno di difendere veramente e anche se in certi frangenti abbiamo fatto un po' confusione, abbiamo disputato una gara generosa dove tutti sono stati coinvolti e indispensabili. Hanno fatto una partita eccezionale Cozzoli e Parlato che erano stati presi proprio per questo, per guidare e dare una mano ed un supporto nei momenti importanti ad una banda di ragazzini Rota, Roveda, Bocconcelli e Di Ianni che anche oggi hanno dimostrato di avere il talento per giocare ad alti livelli in questo campionato. In una partita come questa vorrei sottolineare anche l'importanza delle prestazioni di Colombo e Toso perchè sono stati sacrificati sia nel minutaggio, sia nelle situazioni tecniche perché San Miniato gioca in un modo particolare, che non mi ha permesso di poterli coinvolgere come avrei voluto. Sono stati però generosi a mettersi a disposizione del gruppo. Possiamo ancora migliorare strada facendo, ma questa vittoria è importante perché ci dà due punti preziosissimi a sei giornate dalla fine."

M. Lini

Tabellino gara

Intervista Davide Roncari - pre gara

Intervista Daniele Quilici - fine gara

Ufficio Stampa Sangiorgese Basket


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.