Sangiorgese Basket

Serie B

  • Home
  • /
  • Serie B
  • /
  • Per i draghi il nuovo anno parte da Vigevano

Per i draghi il nuovo anno parte da Vigevano

02 gennaio 2020

Dopo aver smaltito i pranzi Natalizi ed aver festeggiato l'arrivo del nuovo anno, i Draghi domenica ripartiranno in quello che é uno dei palazzetti più caldi d'Italia il Pala Basletta di Vigevano. I blu arancio hanno chiuso il 2019 con una vittoria di rimonta e di cuore contro una solida e fisica Vicenza, dimostrando carattere e determinazione, soffrendo e costruendo insieme. Certo a Vigevano l'atteggiamento non dovrà cambiare e l'intensità dovrà essere massima già dalla palla due, per potersela giocare con una squadra molto in forma, basti pensare alle quattro vittorie conseguite nelle ultime 5 partite di campionato e galvanizzata anche dall' importante e prestigiosa vittoria ottenuta in trasferta nel derby sentitissimo con Pavia. Coach Piazza quest' anno allena un roster rinnovato rispetto alla scorsa stagione. Gli unici confermati sono stati Verri e Rossi. La squadra è più giovane e brillante e l' inesperienza di alcuni suoi interpreti ne ha sicuramente rallentato la marcia in avvio di stagione, ma alla lunga Vigevano ha trovato i suoi equilibri e la giusta dimensione ed i risultati ne hanno dato la conferma. Da Alba é arrivato il livornese Giacomo Dell'Agnello, ala /centro, classe 1994, figlio d'arte é uno dei migliori lunghi della cadettetia e sa incidere in modo determinate soprattutto nella metà campo offensiva, grazie al suo bagaglio di soluzioni nel pitturato. Vicino a lui é arrivato da Padova la prestanza fisica di Giacomo Filippini, centro, classe 1991, é un gran lottatore capace di far male dal post basso, ma in grado di prendersi anche tiri frontali dall' arco. Tutta nuova la regia, da San Miniato é arrivato il play /guardia, Andrea Mazzucchelli, classe 1994, giocatore esperto e di talento, bravo a giocare sulle situazioni di uscita dai blocchi attaccando il ferro. Atleta dalle grandi capacità tecniche che sta Viaggiando a oltre 12 punti e 3 assist a partita. Accanto a lui Federico Passerini, guardia /play, classe 1993, che dopo anni importanti a Gazzada in C, é reduce da una buona stagione lo scorso anno a Varese. Sul perimetro il riferimento principale resta Patrizio Verri, ala piccola, classe 1988, é un giocatore esperto ed atletico, importantissimo per coach Piazza, capace di inventare triple anche da posizioni impossibili. Da Valsesia é arrivato Kevin Brigato, guardia /ala piccola , classe 1998, giocatore duttile nello scacchiere di Vigevano. Importante in tal senso anche l'esperienza ed il carisma dell ' ex drago Filippo Rossi, ottimo in difesa e con buone capacità al tiro sa essere incisivo nei momenti che contano. Vigevano é una squadra che segna tanto, che predilige giocare per i lunghi e per Verri, anche se é in grado di proporre varianti, dove i piccoli possono essere protagonisti con Mazzucchelli e Rossi. I ragazzi di coach Quilici dovranno essere bravi a limitare offensivamente gli avversari cercando di sfruttare ogni occasione al massimo con freddezza e cinismo, tenendo la pressione sempre alta. Sentiamo che ne pensa il vice coach Davide Roncari :

- Il nuovo anno ripartirà dal Pala Basletta di Vigevano, come stanno i ragazzi e come avete lavorato nei giorni post Natale.
" I ragazzi stanno bene, hanno ricaricato un po’ le pile in queste feste e sono pronti per ripartire. Ci aspetta una partita tostissima su un campo bello in cui giocare e la testa è concentrata su quello." 

- Giocare a Vigevano non sarà semplice. Uno per il Palazzetto che è uno dei più caldi d'Italia, due perché hanno un roster giovane e brillante che sembra aver trovato la giusta alchimia. Quali saranno i loro terminali più pericolosi?
" Vigevano è una squadra ottima, giocare lì sarà bellissimo, pubblico caldo e atmosfera unica per la serie B. I terminali principali sono Verri e Dell’Agnello, supportati dalla energia di Pippo Rossi, Filippini e Mazzucchelli. Sono tanti e tutti possono essere protagonisti."

- Vigevano ha uno dei migliori attacchi del campionati e segna molti punti. Come andranno affrontati?
"Giocano una bella pallacanestro, possono colpire dall’arco e hanno un gioco interno di qualità sia con gli interni sia con gli esterni. Noi dovremo giocare una partita vera, stare concentrati sulle loro caratteristiche e in attacco giocare insieme, passarci la palla e prendere tiri in ritmo e soprattutto usare l’energia del palazzetto come spinta ulteriore."

M.Lini


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.