Sangiorgese Basket

Serie B

  • Home
  • /
  • Serie B
  • /
  • Per la prima al PalaBertelli i draghi affronteranno Lecco

Per la prima al PalaBertelli i draghi affronteranno Lecco

02 ottobre 2019

Dopo l'importante e non facile vittoria al debutto a Soresina, i ragazzi di coach Quilici saranno chiamati nella prima gara stagionale davanti al pubblico amico del Pala Bertelli, ad un impegno difficile contro la rinnovata Gimar Lecco di coach Riccardo Eliantonio.

I Draghi sabato sera hanno dimostrato solidità, tenacia e coraggio nel ribaltare il punteggio e cambiando l'inerzia della partita a proprio favore. La squadra non si é mai disunita e con pazienza é riuscita a fare suo un match complicato. I blu arancio ne dovranno fare tesoro per arrivare pronti alla sfida di domenica sera. Lecco é una squadra frizzante, di grande aggressività che corre molto. Il suo roster nella media é giovane e ruota attorno all'esperienza di tre giocatori come Mascherpa, Casini e Bloise, esterni importanti e navigati con grandi capacità realizzative. I lunghi sono più giovani, ma hanno grandi doti atletiche. Il collettivo ha sposato il carattere del suo allenatore, non mollano mai e la dimostrazione é subito arrivata nel primo match disputato dai blu celesti, che sotto di 14 punti nel terzo quarto con Cremona, hanno avuto la capacità di ribaltare il punteggio. Certo coach Eliantonio potrà contare su Giulio Mascherpa, play/guardia classe 1992 che é ritornato dopo tre anni a Lecco e che é pronto a riprendersi la sua scena. Insieme a lui ci sarà Juan Marcos Casini, guardia argentina classe 1980. Sicuramente é il giocatore più di qualità. Tiratore pazzesco che può anche attaccare il ferro e mettere in ritmo i compagni. Serio e punto di riferimento, gioca per la squadra e predilige giocare in contropiede, uscire dai blocchi e tirare da tre. Altro punto di forza in posizione di play, sarà Giacomo Bloise, classe 1990, l'anno scorso a San Vendemiano, forte sia dal tiro di fuori che nel 1v1. Leader in campo é un giocatore molto concreto. Da tenere d'occhio sarà anche Carlo Trentin, ala classe 1996, l'anno scorso a San Miniato. Giocatore energico che si butta su ogni pallone, soprattutto nei rimbalzi e in difesa. Sotto le plance nel reparto lunghi potranno contare su due ragazzi molto giovani come Tommaso De Gregori classe 1998 e Kiry Tsetserukou classe 2001, forti fisicamente sanno muoversi molto bene nel pitturato. Ultimo aggregato é stato Fabio Stefanini, guardia/ala, classe 1993, l'anno scorso a Empoli, forte fisicamente e dalli mani educate, gran lottatore e ottimo difensore. Atleta dalla grande personalità che non ha paura di prendersi tiri importanti, basti pensare alla tripla realizzata nelle battute finali con Cremona.

Coach Quilici conosce molto bene questi aspetti e sa che i suoi ragazzi non potranno permettersi una partenza a singhiozzo, ma con concentrazione e tanta intensità dovranno limitare i terminali avversari ed essere concreti nella fase offensiva.

Sentiamo che ne pensa il vice coach Davide Roncari.

- Com' é il morale del gruppo dopo la vittoria di Soresina.
"Siamo molto contenti, sapevamo che la partita non era per nulla semplice. Abbiamo iniziato un po’ a rilento ma poi abbiamo macinato il nostro gioco e tutti hanno dato il loro apporto. Questo per una squadra giovane come lo siamo noi è una bella iniezione di fiducia per preparare al meglio la prossima battaglia."

- Lecco si presenterà con un roster completamente rinnovato con tre giocatori di esperienza e tanti punti nelle mani come Mascherpa, Casini e Bloise.  Quali saranno le difficoltà e le contromisure da adottare?
" Beh, hai già descritto il loro punto di forza. I loro tre esterni sono sicuramente tra i terzetti più forti de girone, hanno esperienza, qualità e tanti punti nella mani. Dovremo essere bravi a provare ad arginarli il più possibile, sappiamo che non possiamo tenere tutti e tre a zero, ma l’obbiettivo è quello di rendere la loro partita il più difficile possibile, siamo tanti e pronti a spenderci in difesa."

- Quale dovrà essere il giusto approccio alla partita?
"Sicuramente più precisi di sabato scorso sin dalla palla a due. Dobbiamo mettere subito in chiaro il nostro ritmo, essere presenti in difesa e pronti a fare fatica, collaborare e giocare insieme un possesso alla volta."

M.Lini


Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.